La terapia anticoagulante diventa una irrinunciabile compagna di vita in caso di tromboembolismo venoso, infarto e per la prevenzione dell’ictus cerebrale in pazienti affetti da fibrillazione atriale. E in Italia sono oltre un milione le persone in trattamento anticoagulante cronico.

Lo scopo della terapia è di abbassare, in maniera controllata e reversibile, la capacità di coagulazione del sangue e dunque di limitare il rischio di eventi tromboembolici, prima causa di morte in Italia.

I farmaci a disposizione sono diversi, da quelli di prima generazione, come il warfarin, per cui era necessario il controllo periodico, ai nuovi anticoagulanti ad azione diretta. Questi al contrario dei precedenti sono a dose fissa e dunque non serve l’aggiustamento posologico sulla base del test di laboratorio.

Le persone in terapia cronica con un farmaco che consente di condurre una vita tranquilla è bene che lo conoscano a fondo, soprattutto all’inizio quando i dubbi sono molti. Infatti, per i pazienti e i familiari è importante sapere cosa fare in determinate circostanze e come comportarsi quando si assumono gli anticoagulanti orali. Devono conoscere quale è il farmaco che stanno prendendo, da che cosa può essere influenzata la terapia, la necessità di informare sempre il medico in caso di interventi chirurgici.
Per questo motivo A.I.P.A., Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati di Bologna e Fondazione Arianna, Anticoagulazione.it con il Centro Emostasi e Trombosi - Cremona hanno realizzato degli opuscoli informativi sui vari farmaci disponibili a questo link. Gli opuscoli, con le indicazioni fibrillazione atriale, trombosi venosa profonda ed embolia polmonare, riguardano: apixaban, dabigatran, edoxaban, rivaroxaban.
Un vademecum è interamente dedicato al warfarin e sono trattate tutte le diverse indicazioni e le informazioni relative al monitoraggio periodico ed eventuale aggiustamento posologico.

Questi consigli non sostituiscono il parere del medico curante, ma sono un aiuto per comprendere meglio l’amico anticoagulante.

Livia Gamondi

Redazione

Hai delle domande da porre all'autore?

Vuoi pubblicare un tuo commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa