Con maggio iniziamo a sentire il profumo delle vacanze, che smettono di essere un pensiero lontano e iniziano a diventare sempre più concrete ma mano che si avvicinano.

Il paziente in terapia AVK, però, potrebbe avere qualche timore nel recarsi all’estero se non possiede un coagulometro portatile per il prelievo e la misurazione dell’INR.
Per questo stiamo preparando una mappa con i centri prelievo al di fuori dell’Italia: dove sono e come funziona l’accesso per i turisti o per chi deve passare all’estero un periodo lungo. Per completarla vogliamo chiedere aiuto a voi, i nostri lettori: come vi organizzate per la lettura dell’INR durante le vacanze?

Vito da Roma per esempio ci ha raccontato della sua esperienza in Francia: “Sono molti anni che mi reco in questo Paese e ho conosciuto una sola persona che usa il Coumadin, ho sempre visto usare medicinali che necessitano di uno-due prelievi l’anno. Forse per questo non c’è necessità di avere strutture dedicate – spiega –. Per la misurazione dell’INR io mi rivolgo a un qualsiasi laboratorio di analisi (spesso cliniche private, che costano circa 12 euro) e mi reco con il risultato da un medico “di famiglia”, a pagamento, che mi fornisce terapia e tempi fino alla prossima verifica”.

E voi, che esperienza avete? Se avete un indirizzo della struttura compilate il form qui sotto, se invece volete raccontarci la vostra esperienza scriveteci a info@anticoagulazione.it.

Ogni vostro contributo sarà prezioso per realizzare la nostra mappa.




Michela Perrone

Redazione anticoagulazione.it

Hai delle domande da porre all'autore?

Vuoi pubblicare un tuo commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR

Commenti

0 #1 Bruna Boldini 2018-05-16 15:09
è molto importante l'iniziativa di una mappatura dei centri esteri che possono essere utilizzati per i controlli dei dosaggi dell' INR. Io frequento l'isola di Tenerife e il timore di inciampare in strutture non qualificate mi ha sempre fatto propendere per soggiorni brevi e rientrare entro la scadenza fissata dal centro che mi segue.
Citazione
0 #2 Lettore GS 2018-05-16 15:33
Io sono 10 anni che vado in Grecia, i primi anni andavo in ospedale, pagavo 5 €, poi dovevo ritornare in ospedale verso le 13:00 x ritirare INR, xche via telefono non mi davano il risultato. Un giorno in spiaggia ho conosciuto una signora che pure lei era scoagulata, mi ha indirizzato in un laboratorio a pagamento 5€ telefonavo verso le 10,00 mi davano INR, chiamavo il TAO di Cremona e via Email mi mandavano la terapia. Non ho mai perso la mattinata. In Europa non si dovrebbe pagare nulla. Sono stato un anno a Fuerte Ventura e non ho pagato neanche un €.
Citazione





Codice di sicurezza
Aggiorna

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa