La trombosi venosa profonda (TVP) è il blocco della circolazione causato dalla formazione di coagulo di sangue, trombo, ed è la conseguenza di un insolito processo di coagulazione del sangue che scorre all'interno di una vena profonda, più spesso nella gamba.

La TVP è più frequente di quanto si pensi ed è tipica dell'età avanzata, ma non risparmia i giovani e le donne sono più a rischio. Anche la mancanza di movimento è una delle possibili cause, chi rimane a lungo immobile o semplicemente seduto per molto tempo, magari dietro una scrivania o per un viaggio.
Quando il coagulo di sangue si rompe i frammenti generatisi, gli emboli, possono essere trasportati dal sangue fino al cuore e arrivare nelle arterie dei polmoni, provocando l’embolia polmonare, una malattia che se è non diagnosticata per tempo può avere conseguenze gravi e talvolta mortali.

È importante saper riconoscere i sintomi per poter trattarla tempestivamente. Ecco dunque i segnali che devono far sorgere il sospetto:

Pesantezza
Una sensazione di pesantezza accompagnata spesso da un aumento di volume dell'arto. In particolare della gamba in quanto il sangue tende ad accumularsi alle estremità. Possono essere interessate anche le braccia, ma è meno frequente.

Dolore
È un sintomo meno chiaro, il dolore può essere di varia intensità, raramente insopportabile. A volte sembra un crampo o un dolore articolare o muscolare di cui non si ricorda la causa.

Arrossamento
La pelle diventa rossa, a volta il colore tende al bluastro come nel caso di un livido ed è associato a un calore intenso della zona dell'epidermide.

I sintomi possono presentarsi insieme o separatamente, l'importante è riconoscerli e non sottovalutarli, perché la situazione può peggiorare nel giro di ore o di giorni. Se si avvertono questi segnali è fondamentale andare al Pronto Soccorso, per confermare o meno il sospetto, e in caso affermativo essere sottoposti a una terapia che è "salva vita".

Fattori di rischio

Età avanzata
Familiarità
Fumo
Sovrappeso
Sedentarietà
Pillola anticoncezionale
Terapia ormonale sostitutiva in menopausa

Livia Gamondi

Redazione

Hai delle domande da porre all'autore?

Vuoi pubblicare un tuo commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa