I risultati dello studio CANTOS1 (Canakinumab Anti-inflammatory Thrombosis Outcomes Study), presentati a fine agosto 2017 al congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC) a Barcellona, pongono nuovamente l'accento sull'infiammazione come target terapeutico dell'aterotrombosi essendo, come noto, le due condizioni, strettamente correlate.

I ricercatori hanno infatti dimostrato che l'assunzione di canakinumab, un anticorpo monoclonale diretto contro l'interleuchina-1 beta, utilizzato in clinica da tempo per il trattamento di alcune malattie reumatologiche quali sindromi autoinfiammatorie, morbo di Still e artrite gottosa, riduce significativamente il rischio di recidiva di eventi cardiovascolari in pazienti con storia di infarto del miocardio e livelli persistentemente elevati di proteina C reattiva (superiori a 2 mg/L). I pazienti inclusi nello studio, oltre 10000, sono stati randomizzati a ricevere diversi dosaggi di canakinumab (50, 150 o 300 mg) o placebo sottocute ogni tre mesi. Dopo 48 mesi di follow up, il dosaggio 50 mg non si è dimostrato efficace, mentre i pazienti trattati con canakinumab 150 mg hanno beneficiato di una riduzione significativa (3.86 vs. 4.50 eventi per 100 pazienti/anno) del rischio di morte cardiovascolare, infarto miocardico ed ictus, rispetto al placebo. Sebbene il dosaggio di 300 mg abbia mostrato gli stessi effetti in termini di riduzione degli eventi, in questo gruppo di pazienti non è stata raggiunta la significatività statistica. All'effetto protettivo sull'apparato cardiovascolare non si sono associate modificazioni del profilo lipidico dei pazienti, i cui livelli ematici di colesterolo LDL non sono variati, mentre si sono ridotti significativamente i livelli della proteina C reattiva, espressione di infiammazione. Inoltre, come reperto collaterale, è stato osservata una riduzione significativa di incidenza del cancro del polmone nei pazienti trattati con canakinumab.
In conclusione, i risultati del CANTOS confermano lo stretto legame tra infiammazione e aterotrombosi, ed offrono nuove prospettive terapeutiche alla cura delle malattie aterotrombotiche.


Bibliografia

  • Ridker, B.M. Everett, T. Thuren, J.G. MacFadyen, W.H, et al for the CANTOS Trial Group. Antiinflammatory Therapy with Canakinumab for Atherosclerotic Disease. N Engl J Med. 2017 Aug 27. doi: 10.1056/NEJMoa1707914. [Epub ahead of print]

Caterina Cenci

Medico in formazione specialistica in Medicina Interna presso l'Università degli Studi di Firenze

Hai delle domande da porre all'autore?

Vuoi pubblicare un tuo commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa