Sono rassicuranti i risultati sul rischio di sanguinamento dei nuovi farmaci anticoagulanti orali ad azione diretta (DOAC o NAO) di uno studio “real life” canadese che ha preso in esame quasi 60 mila pazienti adulti con tromboembolismo venoso (TEV).

L’ipertensione rappresenta un importante fattore di rischio per emorragia cerebrale ed è ben nota l’importanza del controllo della pressione arteriosa nel ridurre il rischio di questa grave patologia.

L’incidenza del tromboembolismo venoso (TEV) è in aumento nei bambini, come riportato in vari registri pediatrici, ad esempio quello canadese, ed è più elevata nei bambini di età < 2 anni rispetto ai bambini più grandi.

Intervista al Prof. Fabrizio Pregliasco

Le previsioni per la stagione influenzale 2017 – 2018 affermano che dobbiamo aspettarci una epidemia di media entità: i casi di influenza vera e propria saranno tra i 4 e 5 milioni oltre agli 8-10 milioni di sindromi provocate da altri virus respiratori.

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa